26 Maggio 2021, 21:00

DON'T CALL ME BY MY NAME

Teatro-Danza

A seguire incontro con gli artisti

Lingua: Spagnolo
Sottotitoli: Italiano
Durata: 20 min circa
Luogo: Teatro Foce

 

"Anche senza essere gemelli, abbiamo tutti la forte sensazione di sapere che ognuno di noi ha un doppio, un doppio che è dentro di noi e ci appartiene".

 

DON’T CALL ME BY MY NAME è un solo di danza contemporanea per e su Laila White. Un pezzo in cui con la sua presenza peculiare e intensa parla di se stessa - o dovremmo dire “se stesse”? - ma lasciando molte porte aperte al mistero di una vita, la sua stessa vita: "Farò di questi ricordi una bolla di false idee immerse in un mondo assorbito dalla fragile sensibilità della vita". Ancora una volta: i piedi alati, lo spirito, il fuoco, la grazia, la grande logica della natura, la danza delle stelle, il luminoso Sud e la magia di vedere in scena una persona che dice la sua verità in modo onesto e autentico.

Antonio Quiles & Laila White (ES)

Laila White (ES)


Laila White è ballerina, coreografa, fotografa e artista visiva autodidatta. È nata nei campi profughi di Tindouf dove ha contratto la poliomielite. Nel 2014 inizia la sua carriera di ballerina. Ha collaborato a progetti con coreografi e danzatori internazionali come Neus Canalias Bajo la Piel e e con la compagnia Jessie Brett Dance Company con cui ha presentato le opere Elevator and I’m NORMAL, presentato in anteprima all'Escena Mobile Festival di Siviglia (2017) dove ha ottenuto il 2 ° premio. Ha lavorato a diversi progetti di danza, fra cui Taiat Dansa Canvas of Bodies (2017), Cie Beweg Grund & Alessandro Schiattarella One at time (2018) e La Mujer del Carnicero Cia & Laila White Strati. Nell'aprile 2019, è stata giuria in Tercera edición del Certamen Coreográfico Escena Mobile a Siviglia. Nel maggio 2020 ha collaborato ad alcuni progetti online come Human Move di Jessie Dance Company e ha anche realizzato il suo primo documentario Daughters of Liberty. Attualmente sta collaborando a un nuovo progetto con la compagnia di danza Les Impuxibles di Clara Peya e Ariadna Peya.

 

Antonio Quiles (ES)
Antonio Quiles è regista, coreografo, docente e interprete. È laureato in Belle Arti e specializzato in arte contemporanea. Ha studiato teatro e danza contemporanea presso l'Andalusian Dance Center di Siviglia e presso la Dansacademie, Hogeschool voor de Kunsten Arnhem (Paesi Bassi). Si è inoltre specializzato in danza integrata con Adam Benjamin in Olanda, Svizzera e Inghilterra. All'interno della sua compagnia, ALTERACIONES DT ha creato diversi spettacoli, fra cui "INEVITABLE", "ARTISTAS", "ZOO 20011", "TODO me dice ALGO" e "HELLIOT" (un assolo di danza per un pubblico eterogeneo), che sono state rappresentate in vari festival e spazi scenici in Europa, in America Latina e in Russia.

© Kiada


Concept e Regia

Antonio Quiles/ ALTERACIONES D-T CO


Performer

Laila White


Creazione / Coreografia

Antonio Quiles e Laila White


Testi

Antonio Quiles


Fotografia

Laila White

 

lingua dei segni audio descrizione

Per annunciarsi e per esigenze particolari (accompagnatore, lingua dei segni, audiodescrizione o altro) si prega di scrivere a info@ormefestival.ch

 

Manifestazione comune di ORME Festival e IntegrART, un progetto del Percento culturale Migros

 

BIGLIETTERIA ONLINE

 

ORMOSO
(Biglietto ORME GenerOSO)
15 CHF

(Doppio spettacolo)

con BEWEGT

 

Lo spettacolo rientra in
ORMONE - PASS 6 INGRESSI
75 CHF (escluse masterclass)

 

ORMINO - PASS 4 INGRESSI

45 CHF (escluse masterclass)

 

[Acquista su
ormefestival.ch/biglietteria]

 

Compila il questionario e lascia la tua orma

Prezzi spettacoli

Interi CHF 20.- 

Ridotti (AI, AVS, studenti, Lugano Card) CHF 15.-

Bambini fino a 12 anni gratuito

 

Prevendita biglietti

biglietteria.ch

 

Abbonamento festival CHF 75.-
Ridotti (AI, AVS, studenti) CHF 60.-

Valevole per tutti gli spettacoli in programma

biglietteria.ch

Ritorna alla lista